La distrazione di Grillo

RenzivsBerlu-ring

Se gli Italians non fossero politicamente sotto-sviluppati e rimbambiti dall’ultimo ventennio televisivo – una frase come quella che sotto riporto (emblematica di una politica come arena dove si fronteggiano caste per conquistare poltrone) non sarebbe stata mai detta.

Infatti scatterebbe automaticamente la domanda (nei Paesi civili) : e allora se il programma è lo stesso , perchè gli sei così tanto ostile , e ingiurioso in modo che addirittura trascende la normale dialettica del confronto politico … ?

1. GRILLO ACCUSA DE BENEDETTI DI ESSERE ‘IL MANDANTE DI UN DOSSIER CONTRO CASALEGGIO’ 2.

4. ‘’L’EBETINO DI FIRENZE HA COPIATO IL NOSTRO PROGRAMMA. SOLO CHE NESSUN GIORNALE LO SCRIVE.

La rivoluzione del centro politico

segni

Avviso ai naviganti : l’Italia è un Paese che va interpretato , almeno a livello , politico , con una ottica rovesciata

Qui le rivoluzione non le fanno i rivoluzionari di professione , vale a dire i partiti più arrabbiati , più estremisti.

No , qui le rivoluzione partono dal centro

Nel 1993 la rivoluzione dei sindaci (che talmente tanto fece arrabbiare Bottino Craxi , che diede del cretino patentato a Segni) , cioè l’innovazione rivoluzionaria del Sindaco eletto con voto popolare e diretto anzichè dal consiglio comunale , fu compiuta dal democristiano Mariotto Segni

Oggi le Provincie sono state abolite quanto a entità politiche , cioè i consigli comunali saranno formati da membri la cui composizione è predefinita de jure (assemblea dei sindaci dei comuni)

Fine del mercato politico e degli emolumenti di carica legati ad una elezione

Parlare di abolizione mi sembra fuorviante perchè esse rimangono perlomeno come Distretti Amministrativi – cioè come referenti territoriali di una pluralità di articolazioni periferiche dello Stato , tipo Camere di Commercio , Uffici provinciali del Lavoro , Prefetture etc. (mentre altre articolazioni seguono una loro logica propria : ad esempio i mandamenti di Tribunale)

E poi sarà la volta del nuovo Senato delle Autonomie

Ebbene , chi fa tutto questo ? I partiti di centro . Il PD nella corrente più moderata , il partitino di Monti , persino gli Alfanoidi !

Chi si oppone ? I partiti più estremisti , quelli che a parole si proponevano di “rivoltare l’Italia come un calzino” , Forza Italia , la Lega Nord , che ad onta delle sue roboanti e minacciose , esaltate esplosioni verbali è in pratica il partitello dei calabresi che vivono al nord , e ancora il Movimento cinque stelle (cadenti) , quello che doveva “aprire le istituzioni come una scatoletta di tonno” , la sinistra dura e pura , vendoliana e zagrebelskiana …

Proprio vero che l’Italia non è un paese normale …

 

Nuovo senato delle autonomie : il freno di Fuffa Italia e sinistra PD

Brunetta-2

Ma chi l’avrebbe detto .. Forza Italia-partito (non necessariamene il banana) si sposa con la sinistra PD !

Ovviamente un matrimonio d’interesse , per mantenere sostanzialmente invariato il nuovo senato

Fuffa Italia e sinistra-PD accettano

1) la riduzione delle funzioni ,

2) forse del numero dei componenti ,

3) ma dicono NO alla elezione indiretta , cioè vogliono mantenere l’elezione diretta  (anche gli Alfanoidi sono sulla stessa linea)

Andiamo al sodo . Quale è l’interesse in gioco ?

L’elezione diretta prevede compensi agli eletti . Tutto qui , il nocciolo .

Per le tasche dei cittadini è meglio che siano rappresentanti di secondo grado cioè IN QUANTO già qualcosa (presidenti di provincia , se resteranno le provincie , come è probabile , etc. etc.) .

Alla fine cmq si tratterà sempre di personaggi eletti dal voto popolare nell’ente di provenienza … quindi la proposta di quelli che pretendono l’elezione anche per i nuovi senatori di un nuovo senato con funzioni minimali , alla fin fine vogliono mantenere soldi e ancora soldi alla casta politica

Con una ulteriore aggravante : quella di svuotarne la nuova identità che dovrebbe essere quella di Camera delle autonomie

 

Il grande imbroglione

Questo stupendo articolo di Pino Corrias scolpisce alcune verità fondamentali sulla genesi dell’avventura politica berlusconiana

Riporto i passi che maggiormente mi hanno colpito

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/1-ventanni-fa-la-fininvest-stava-per-portare-i-libri-in-tribunale-berlusconi-non-74427.htm

[..]

Il quieto Segni, che pure era il trionfatore del referendum per il maggioritario e l’abolizione delle preferenze, ha il suo destino nel nome: Mariotto; fatta la legge elettorale non la capisce, come gran parte dei suoi alleati.

BOSSI BERLUSCONIBOSSI BERLUSCONI

Berlusconi invece la capisce eccome e la incorpora nel suo imbroglio di nuovo marketing politico: alleanza al nord con la Lega secessionista che “si pulisce il culo” col tricolore, e al centro-sud con gli orfani di Almirante, i post camerati guidati da Gianfranco Fini, che davanti al tricolore fanno ancora finta di lacrimare per l’emozione.

Una certezza per tutti
Durante la campagna elettorale Berlusconi orienta le sue parole d’ordine secondo la bussola dei sondaggi macinati dalla Diakron di Gianni Pilo. Parla male dei vecchi politici, tanto non gli costa niente. E benissimo dei magistrati, anche si gli costa moltissimo. Promette il taglio delle tasse sotto “la soglia naturale” del 33 per cento. E un milione di nuovi posti di lavoro:”In Italia ci sono 4 milioni di aziende. Basta che una su quattro assuma almeno un giovane e il gioco è fatto”.

Con lui sembra tutto facile, tutto a portata di mano. È monopolista, ma predica il liberismo. Gli va bene l’Europa, il federalismo, l’autarchia.È massone,ma anche unto del Signore. È filo americano, ma fa affari in Russia. È libertino e credente. Ha due famiglie e tre zie suore. Ai suoi alleati dice: “Se vinciamo ce ne sarà per tutti”. Agli italiani: “Sono ricco, non ho bisogno di rubare”.

[..]

Il governo nascerà a maggio, con il voto decisivo di tre senatori a vita – Agnelli, Cossiga, Leone – a dire che il nuovo potere sì è già alleato con quello vecchio e peggiore. Comincia l’era delle grandi bugie. E della finta opposizione guidata da Massimo D’Alema, la volpe del Tavoliere e della Bicamerale. Qualche anno dopo persino l’inno di Forza Italia verrà accusato di plagio per aver copiato un brano americano, This Is The Moment, tratto dal musical Dottor Jeckyll & Mr Hide. La verità si nasconde nei dettagli.

 

 

Voto di scambio , concorso esterno mafioso : una riflessione

   Marcello Dell'Utri (L) listens to his la

Il recente dibattito parlamentare (marzo 2014) intorno alla corretta e opportuna definizione del reato di voto di scambio politico-mafioso (una nuova tipologia delittuosa che Forza Italia ama come una cucchiaiata di olio di fegato di merluzzo) – mi ha spinto , per una sorta di affinità tematica , a riflettere sull’annoso problema del concorso esterno in associazione mafiosa

L’imputazione che il 29 giugno 2010 portò alla condanna del senatore Marcello Dell’Utri (la difesa dei legali fu : l’amicizia non è un reato !) , è un reato che non esiste nel codice penale : là si parla soltanto di «associazione mafiosa» all’ l’articolo 416 bis , introdotto nel 1982

Tuttavia dalla fine degli anni Ottanta «l’associazione esterna» è una consuetudine nei processi : si tratta in effetti di una “invenzione” di Giovanni Falcone

Fu lui , nel rinvio a giudizio del maxiprocesso ter del 1987 , a sottolineare la necessità di una figura giuridica capace di reprimere le condotte che definiva di «fiancheggiamento , collusione , contiguità»

È in base a questa logica che , dal COMBINATO DISPOSTO tra il 416 bis e l’articolo 110 del codice penale (concorso nel reato) , nacque e si affermò il «concorso esterno in associazione mafiosa»

Ora , sappiamo che il concorso esterno è da sempre nel mirino della polemistica della destra berluskoniana (uno per tutti : Giuliano Ferrara) – e ciò in nome di un presunto (e peloso , pelosissimo) garantismo .

Dicono : o uno è mafioso (imputato di associazione di stampo mafioso) oppure non lo è – e quindi soccorrerebbe (dicono) il diritto penale comune , cioè il codice penale colle sue brave fattispecie di reato – fra i quali vi è il reato di favoreggiamento – dai più gravi ai meno gravi – senza però tirare in ballo la mafia .

Bene , questa posizione negazionista della rilevanza del “concorso esterno” , posizione apparentemente garantista e tipica dei berluskones , è esattamente quanto le mafie si aspettano da un governo … diciamo non-ostile (e del resto come non ricordare il 61-0 a favore di Forza Italia nelle elezioni Siciliane del 2001 ?)

Perché invece la sinistra difende la rilevanza giuridica data dalla giurisprudenza al “concorso esterno” ?

Io credo sia perché , in effetti il concorso esterno è ancora più grave dell’associazionismo semplice (concorso interno) – sembra un paradosso ma più oltre mi appresto a fornirvene la ragione.

Come si vede questa è una visione simmetricamente opposta a quella dei berluskones

Riflettiamo : la mafia , sia quella Siciliana , sia le due mafie insistenti nell’ex Regno di Napoli (e che peraltro si svilupparono alla grande solo dopo l’Unità) – NON è affatto una associazione segreta !

Sia nei “mandamenti” cittadini che nei paeselli , i residenti conoscono e temono i mammasantissima … i quali peraltro non sarebbero tali se non risultassero appunto riconosciuti , scappellati e temuti dai loro compaesani : è LO STILE CHE FA IL RUOLO !

E’ una questione di stile di vita , nel senso anglo-sassone del termine (life-style) , uno stile che fa il ruolo , uno stile intriso di arroganza e fatto di linguaggio del corpo ammiccamenti etc.

Senza contare che nel paesello spesso (ma non sempre) i mafiosi si arrogano l’onore di portare in processione la statua del santo patrono .

A livello di burocrazia , poi , non parliamone neppure : io credo che tutti i mafiosi conclamati siano censiti in qualche data base dei Carabinieri e del Ministero degli Interni

Chi resta fuori ? I concorrenti esterni.

L’ impiegato del catasto o della conservatoria dei registri immobiliari(faccio un esempio) , gli impiegati pubblici in genere , dal segretario comunale al bidello . Oppure l’impiegato di Banca … (soprattutto gli impiegati di Banca sono dei preziosi concorrenti esterni al perseguimento degi targets economici della mafie)

Ecco perché il concorso esterno è , secondo la mia opinione , più grave dell’associazione “interna” , per così dire : per il carattere subdolo , truffaldino e violatore della pubblica fede che caratterizza appunto il concorso esterno

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Allarme informazione : l’ufficio stampa del Consiglio di Stato attiva censura …

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/bavaglio-amministrativo-tar-lazio-e-consiglio-di-stato-ritirano-le-password-del-portale-ai-74225.htm

Impossibile da alcuni giorni accedere alle informazioni presenti sul sito internet del Tar del Lazio e del Consiglio di Stato rispetto a ricorsi e provvedimenti. Secondo quanto si è appreso la consultazione è stata legata al possesso di specifiche credenziali, non aperte ai cronisti od all’utenza, ma soltanto ai legali.

PALAZZO SPADA SEDE DEL CONSIGLIO DI STATO

PALAZZO SPADA SEDE DEL CONSIGLIO DI STATO

Secondo quanto si è appreso la scelta è stata motivata dall’entrata in vigore del “Piano triennale anti-corruzione” della giustizia amministrativa.

Nel piano tra le linee comportamentali dettate a impiegati e funzionari, è fatto espresso divieto di fornire informazioni di qualsiasi tipo alla stampa. Il nuovo portale permette solo di visionare i ruoli di udienza ed i provvedimenti previo inserimento del numero di registro degli stessi. “Con il precedente portale era invece possibile essere informati della presentazione di ricorsi e monitorarne l’andamento”, si spiega.

L’ufficio stampa di riferimento è quello del Consiglio di Stato, organo di secondo grado della giustizia amministrativa, che sta cercando di organizzarsi per ovviare al problema senza però poter fornire al momento informazioni. Sulla questione si stanno anche attivando l’Ordine nazionale dei giornalisti e la Federazione nazionale della stampa.

 

Quantitative easing e bit-coins : domande

dollar_1

Riflettete su questi due passi :

a) http://bitcoinwarrior.net/2014/01/economist-explains-quantitative-easing/

to carry out QE , Central Banks create money by buying securities, such as government bonds , WITH ELECTRONIC CASH THAT DID NOT EXIST BEFORE

b) http://meta.ath0.com/2013/12/20/bitcoin-and-quantitative-easing/

it’s frequently stated that Bitcoin is finite, that there can be exactly 21 million Bitcoins, and that’s it. Bitcoin fans like to point this out to distinguish it from normal currency, where the Central Bank can just print more money

In entrambi i passi si parla della creazione del denaro attraverso impulsi elettrici . Si tratta di veri e propri bit-coins (in senso lato) – sia pur differenti dai bit-coins di Nakamoto .

Fra l’altro i bit-coins di Nakamoto hanno un tetto massimo di 21 milioni di pezzi – il che induce a pensare che ognuno di essi possegga una propria stringa individuale di 0/1 – mentre i bit-coins della Fed o delle altre Banche Centrali non sembra abbiano un tetto massimo di emissione

Qui la nozione di denaro elettronico o bit-coins si intende in senso stretto : nulla a che vedere coi pagamenti via POS (Point Of Sale : carte di pagamento) .

Infatti , quando pago con una carta di pagamento , pago con denaro tradizionale attraverso una medialità elettronica . In pratica , è come se staccassi un assegno !

Il denaro tradizionale è composto di due aggregati : il denaro fisicamente stampato dallo Stato ovvero dalla Banca d’Emissione (biglietti di Stato o banconote) – e i Depositi bancari creati in relazione alla funzione creditizia . (Naturalmente anche i versamenti di cash da parte di un cliente genera un deposito – nel bilancio sarà : dare cash avere deposito)

Osserviamo che anche i Depositi , sia pure esistenti solo a livello scritturale (cioè elettronica) , posseggono tuttavia una sorta di fisicità in quanto espressione della leva frazionaria : sono ancorati (in leva) al numero delle banconote che la banca di deposito possiede in cassaforte

Tuttavia , mi chiedo , il denaro puramente elettronico creato dalla Fed in USA … a quale sorta di fisicità è ancorato ? E con quali tagli viene creato ? E ogni pezzo di ogni taglio possiede una identità elettronica cioè una stringa di 0 e 1 distinta da tutte le altre ? Dove trovo approfondimenti ?

cantonenordovest

riforme istituzionali e attualità politica

riforme istituzionali e attualità politica

Red Light District Blog

Il blog del sito di Jonathan su "La prostituzione in Italia"

Senza Censura

riforme istituzionali e attualità politica

riforme istituzionali e attualità politica

riforme istituzionali e attualità politica

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.