Il nemico del mio nemico è mio amico

lupo

Siamo italiani : le alleanze si fanno in nome dell’odio comune , e non sulla base dell’amore reciproco . I grillini rispettano in pieno questa millenaria e radicata tradizione nostrana

Peraltro io i grillini in fondo li capisco – cioè comprendo la loro voglia di paracularsi la (peggiore) casta . Sono un partito giovane , aggressivo …. HANNO FAME

http://dagospia.com/rubrica-3/politica/nemico-mio-nemico-mio-amico-nome-dell-anti-renzismo-applausi-82018.htm

IL NEMICO DEL MIO NEMICO È MIO AMICO – IN NOME DELL’ANTI-RENZISMO, APPLAUSI SU APPLAUSI PER I NUOVI IDOLI GRILLINI – DAI GIORNALISTI DELLA KASTA MINZO, MINEO E MUCCHETTI AGLI IMPRESENTABILI CALDEROLI E D’ANNA

Riforma del senato : ecco qual è la posta in palio

Pare che Salvini si sia rusticamene espresso avverso la riforma del senato in Camera delle Autonomie

Ebbene , conosco l’attività politica di Salvini , anche da parlamentare europeo (quando votò contro la riduzione degli stipendi degli euro-parlamentari) .

La sua “cifra” , la sua costante , è sempre stata una sola : difendere le cadreghe . Ora ripropone questo assioma : più eletti = più poltrone = più democrazia

Peraltro è paradossale che Salvini , segretario di un partito che fa del principio di Territorialità la sua stella-guida , sia CONTRO un senato trasformato in Camera delle Autonomie .

Cioè una Camera in cui i senatori non sono eletti NELLE regioni bensì delegati , cioè espressione DELLE regioni

Aggiungo che l’ipocrisia somma è quella di coloro che (a parole) sostengono l’utilità di levare il bicameralismo perfetto – ma tuttavia vogliono mantenere il senato elettivo . E’ infatti evidente che :

Senatori eletti = bicameralismo perfetto . Sarebbe infatti artificioso limitarne la potestà legislativa : essi sono eletti così come lo sono i deputati !

In una prospettiva più generale , ecco qual è la posta in palio :

http://dagospia.com/rubrica-3/politica/muoia-renzismo-tutti-filistei-chi-fa-ostruzione-governo-81639.htm

MUOIA IL RENZISMO CON TUTTI I FILISTEI – CHI FA OSTRUZIONE AL GOVERNO, DA GRILLO ALLA LEGA AI SINISTRI PD, TEME CHE UNA QUALUNQUE RIFORMA POSSA RAPPRESENTARE IL DE PROFUNDIS AL “SISTEMA”

Se il governo riuscisse nella riforma del Senato, questo dimostrerebbe che molte delle cose annunciate per anni e mai realizzate, si potevano invece fare: insopportabile per un sistema politico che ha paradossalmente fatto del “mal comune” dell’inefficienza un “mezzo gaudio”, un punto di forza unificante…

Aspettando il voto delle bestie selvagge – i Cinque stelle

bestieselvagge

I colonizzatori Francesi dell’Africa Occidentale (Golfo di Guinea) tentarono un esperimento curioso : favorirono l’immigrazione di negri Brasiliani , discendenti di schiavi .

Il nobile obiettivo era di creare una classe dirigente cuscinetto fra colonizzatori e indigeni , che aiutasse questi ultimi , col loro esempio e modello di negri civilizzati , nel cammino verso la modernità

Ebbene , sapete cosa fecero i nipoti degli schiavi Brasiliani una volta rimpatriati nella homeland degli avi ?

Diventarono sì elite dirigente , ma per dedicarsi non già alle professioni artigianali , commerciali o burocratiche …. bensì alla ben più lucrativa tratta degli schiavi ! (fonte : Aspettando il voto delle bestie selvagge , Ahmadou Kourouma , e/o editore)

Ecco , io vedo i Cinque stelle come i negri Brasiliani : dovevano civilizzare il parlamento , ma invece si dedicano a salvaguardare antichi privilegi , in primis il privilegio principe : quello della poltrona (primum vivere – dicevano i latini)

La tanto sbandierata rivoluzione civile dei Cinque stelle si riduce alla vecchia equazione :

più eletti = più poltrone = più democrazia . Complimenti vivissimi per la nuova e originale filosofia di pensiero !

Peraltro , è la stessa cosa che pensano e auspicano tutti i cadregari , dalla Lega a Forza Italia (tanto al Banana che gliene frega ? – basta che alla fine si adeguino) , e i finto autonomisti meridionali (gruppo GAL) , l’eterna casta della sinistra radicale (SEL , Libertà & Giustizia) , i rimasugli del PSI , la UDC … insomma tutta la vecchia e sconcia partitocrazia del vecchio e sconcio arco costituzionale

Sentenza Ruby : la difesa di Ghedini … e quella di Coppi

banana

Ingenerose sono a mio parere le insinuazioni su una presunta carenza dell’azione processuale di Ghedini (7 anni) rispetto a quella di Coppi (assoluzione piena). Coppi ha detto che lui ha un altro stile rispetto al povero Ghedini.

Naturalmente una ipotesi di verità non ti viene mai servita su un bel piatto , ma te la devi cercare . La mia ipotesi di verità è questa :

Coppi ha impostato una difesa circoscritta , tecnica , penale , e su questo terreno ha vinto

Ghedini al contrario aveva un compito assai più arduo : doveva esporsi su una difesa che non fosse solo tecnica , ma caratterizzata da un quid in più di natura politico-morale

Ah , le cene eleganti , che eleganti non erano affatto (come risulta dalle intercettazioni delle prostitute coinvolte) . Ghedini dovette difendere non soltanto un imputato , ma anche una immagine , una icona politica .

In altre parole Ghedini aveva un compito improbo : doveva difendere l’INDIFENDIBILE . E su questo terreno ha perso

Per una Costituzione minimalista dei soli diritti

programmapolitico

Secondo me la Costituzione dovrebbe contenere SOLAMENTE i diritti della persona – singola o associata in comunità su base volontaria – nei confronti dell’Autorità statale centrale ovvero delle sue articolazioni periferiche

Tutto quanto invece attiene all’ orga- nizzazione/architettura costituzionale dello Stato (e delle sue articolazioni periferiche quali le Regioni , Provincie Comuni etc) NON deve essere materia di salvaguardia/rigidità costituzionale : anzi , ingessare una architettura costituzionale , permettendone la modificazione solo in virtù di laboriosi processi legislativi che coinvolgono maggioranze QUALIFICATE dei due terzi … cozza proprio contro il principio di democrazia !

Violazione del principio di democrazia che si traduce in una (ingiusta) ULTRA-EFFICACIA della volontà espressa dai padri costituenti sulla volontà delle generazioni future

Diverso invece il caso dei DIRITTI NATURALI E INVIOLABILI della persona – diritti che , in quanto appunto naturalmente afferenti la persona e la sua dignità – devono intendersi SOTTRATTI al principio di democrazia (altrimenti una maggioranza potrebbe lecitamente decidere di sterminare una minoranza) – e in quanto sottratti al principio di democrazia , ben meritano di essere “scolpiti” in una costituzione che ne rammenti l’esistenza

Valga un esempio su tutti : perché il bicameralismo (bicameralismo perfetto , fra l’altro) , deve essere scolpito in costituzione ? Che cosa ci azzecca con la tutela del cittadino verso il Potere sovrano dello Stato ?

Perchè per introdurre il monocameralismo (che significa meno costi e più efficienza) bisogna scavalcare l’ostacolo di una costituzione che richiede (anti-democraticamente) maggioranze qualificate e percorsi burocratici da paura … ?

In sostanza : io salverei una decina articoli – quelli che più riflettono i diritti naturali della persona.

http://it.wikipedia.org/wiki/Costituzione_della_Repubblica_italiana

La “rivoluzione” dei 5 stelle : più eletti = più democrazia

pecore

La stessa cosa che pensano tutti i cadregari dalla Lega a Forza Italia (tanto al Banana che gliene frega ? – basta che alla fine si adeguino) i finto autonomisti meridionali (grupp GAL) , l’eterna casta della sinistra radicale (SEL) , i rimasugli del PSI , la UDC … insomma tutta la partitocrazia del cd. arco costituzionale

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/17/legge-elettorale-m5s-incontra-pd-dopo-8-anni-di-porcellum-ora-le-preferenze/1063298/

Di Maio: “L’unica cosa su cui siamo contrari : Senato non elettivo”